June 6, 2011

5 Giugno 2011 - Favignana

Alle 7.30 Max si alza dicendo… “Che silenzio strano”, si sentivano solo i gabbiani e nient’altro, niente !
Uscito la scena era questa:

Nebbia a Favignana

Le barche vicine c’erano, ma non si vedevano. Sorriso

Aspettiamo che la nebbia si diradi e ci spostiamo a Cala Rossa, non è possibile finire un week end senza fare un bagno a Cala Rossa. No proprio no !

La giornata è bellissima, calda, estiva, senza una nuvola. Vento ZERO ! Caldo
Pigramente lasciamo l’ancoraggio, passiamo davanti a Cala Azzurra che ha già diverse barche all’ancora, ci diciamo “Chissà se troveremo posto a Cala Rossa”. Dita incrociate

Doppiamo Punta Marsala e quasi quasi decidiamo di fermarci qui, di fronte alle vecchie cale di tufo. Qui l’acqua è davvero deliziosa di un azzurro accecante. Non siamo convinti della possibilità di dare ancora, a terra capeggia ancora un segnale indicante ZONA A, quindi divieto di ancoraggio. Non abbiamo voglia di cercare sui portolani, ci informeremo più avanti ed allora procediamo verso Cala Rossa.

Punta Marsala

A Cala Rossa ci sono molte barche, ma abbiamo visto di peggio. Inoltre non ci fermeremo moltissimo, dobbiamo rientrare nel primo pomeriggio per andare a Palermo a prendere l’aereo, perché da quando siamo in guerra con la Libia, gli aerei civili atterrano contingentati su Trapani…. e ovviamente quelli prenotati da noi sono stati deviati su Palermo.
Qui l’acqua non è calda come a Marettimo, ma nonostante i 19 gradi il bagno lo si fa davvero con piacere.

Tintarella a Cala Rossa

Mentre Ale si dedica alla tintarella, Max segue la ricetta di Francesco di Senza Parole per la preparazione della bottarga, è la prima volta, vediamo come verrà.

max bottarga

Un saluto particolare all’equipaggio di un bellissimo First 44.7 ancorato alla nostra sinistra che ci ha fatto i complimenti per il nostro blog, è bello riceverli, ci ripaga della fatica di scrivere, sistemare foto, catalogare… ecc ecc.
Purtroppo non abbiamo visto il nome della barca.
Grazie a voi di seguirci.

F44.7

.

2 comments:

Lorenzo said...

Ottimo blog. To considerando la possibilita di acquistare un Oceanis 50 ed ero curioso di avere l'opinione di chi lo usa. Siamo piccolo famiglia inglese con bambino. Fino ad oggi charter in Turchia/Grecia Inclusa stagione con Oceanis 411 (barca comoda ma lenta non ideale di bolina). Cerco barca comoda per vita a bordo ed evitare pernottamenti in port/marine; vorrei pero pure una barca veloce? Da tenere a Malta. Insomma un parere di chi ha sperimentato I pro e contro di un Oceanis 50? Grazie, Lorenzo

MaxT said...

Ciao Lorenzo,
grazie per il tuo commento.
La tua domanda meriterebbe un post solo per descrivere i pro ed i contro della nostra vecchia barca (il 411) e quella nuova (Oceanis 50).
Le differenze sono ENORMI.
L'oceanis 50 è una barca per le crociere, non è un fast cruiser, ma per essere un 50 piedi è veloce. L'altra grande differenza è la tenuta di mare, il 411 sbatteva spesso sull'onda ripida, l'O50 non sbatte quasi mai è molto dolce sulle onde.
Proprio in questo ultimo week end siamo rimasti molto colpiti dalla velocità espressa in bolina.
Condizioni: vento reale da SSW 18kt con raffiche fino a 22, poca onda, massimo 1 mt, Randa con una mano di terzaroli, genoa rollato fino al primo pallino. Andatura bolina stretta, 38 gradi sull'apparente con pilota automatico, velocità sempre oltre i 7,2kt con punte fino ad 8,2kt sulle raffiche, sbandati, ma non con le falchette in acqua. Con la trichetta saremmo andati meglio, ho sbagliato a non montarla.
Ritorno, vendo da WNW 15kt in diminuzione, poca onda, max 1mt, Randa con una mano, genoa pieno. Andatura bolina larga 60 gradi sull'apparente. Velocità sempre oltre 7,5kt con punte a 8,5kt giù dalle onde.
Se vuoi altre info dettagliate o vuoi approfondire qualche argomento scrivimi via mail.
Ti consiglio di leggere anche: http://www.globalfusion.com/B49forum/
Ciao
Max

Post a Comment