October 17, 2016

British Virgin Islands – Ritorno a Virgin Gorda – Biras Creek

Biras Creek - Virgin Gorda

Il 2 Maggio attraversiamo di nuovo la passe del Gorda Sound, a Nord di Virgin Gorda. Questa volta ce ne andiamo a prendere una boa all’interno di una specie di fiordo posto a Sud di Saba Rock, a Sud-Est del Gorda Sound. Il nome di questo fiordo è Biras Creek. Si tratta di una baia stretta e lunga, riparatissima, sede dell’omonimo resort e minuscolo marina, entrambi molto esclusivi. Anche Biras Creek è un Hurricane Hole.

Y2K alla boa - Biras Creek - Virgin Gorda

Biras Creek - Virgin Gorda

Biras Creek è appartata, non esistono grandi attrazioni a terra, la baraonda di Saba Rock o Bitter End non arriva. Non ci sono market o negozi, l’esclusività del resort mette “a disagio” (in realtà, le volte che abbiamo interagito con il personale durante le nostre precedenti visite, lo abbiamo sempre trovato molto gentile e affabile) e nessuno si avvicina.  Per questi motivi e per la relativa “lontananza” dalle spiagge o dai reef, la baia è disertata dalle barche charter e le boe, gestite dal Biras Creek Resort,  costano meno, 20 USD.

Biras Creek - Virgin Gorda

Difficile stare sulla propria ancora, le profondità sono notevoli, la baia è stretta e bisogna prestare attenzione al brandeggio rispetto alle boe. Tuttavia non è proprio impossibile se si ha tanta catena, è sufficiente rimanere leggermente fuori dal fiordo.

Noi prendiamo una boa e ben presto scopriamo da un ragazzo del personale che il Resort è in fase di ristrutturazione (poi scopriremo che lo stanno proprio smantellando ! Surprised smile) e le boe non si pagano. Che colpo di fortuna !

Biras Creek Marina - Virgin Gorda

Ci spostiamo avanti e indietro con il dinghy fra Biras Creek, Bitter End per comprare qualcosa di fresco al piccolo market, Saba Rock per una nuotata e un Pain Killer, Vixen Point per una giornata in spiaggia.

Spiaggia di Vixen Point - Prickly Pear Island - Virgin Gorda

Un paio di volte pranziamo al Fat Virgin’s Cafè, un bel localino posto fra lo Yacht Club Costa Smeralda e il Biras Creek Resort, sul lato Sud del fiordo. Lo si distingue per i suoi tavoli di legno dipinti di tutti i colori e gli ombrelloni ricoperti di foglie di palma. Lo consigliamo, si mangia bene, sono simpaticissimi e sono specializzati in cucina caraibica e non. Preparano, fra le altre cose, hamburger gustosissimi se proprio si è in astinenza Smile

Il Fat Virgin's Cafè - Biras Creek - Virgin Gorda

Il Fat Virgin's Cafè visto da Y2K - Biras Creek - Virgin Gorda

Incontriamo nuovamente Mike e Sharon, una coppia del New Jersey con la loro “Charmed Life”, barca gemella di Y2K, ma che sfoggia uno scafo di un insolito color bordeaux. Conosciamo Mike e Sharon durante la nostra sosta a Village Cay Marina, vanno avanti e indietro dai Caraibi ogni anno e in questo momento si stanno preparando per affrontare la non facile navigazione verso Nord, verso gli Stati Uniti e Chesapeake Bay dove trascorreranno la stagione degli uragani. Conoscono le BVI come le loro tasche, le amano tantissimo, hanno un gavitello privato a Trellis Bay e sono soliti partecipare al Salty Dawg Rally, organizzato dalla Salty Dawg Sailing Association. Il rally riunisce molte imbarcazioni che partono dagli Stati Uniti verso i Caraibi e le BVI alla fine di Ottobre e rientrano poi a Chesapeake Bay in Maggio.

Drink a Saba Rock - Virgin Gorda

Mike è un ex-militare USA e ha un notevole bagaglio di esperienza, ci racconta della sua vita prima della pensione, ci scambiamo idee sulla politica degli Stati Uniti, sulle prossime elezioni presidenziali. Poi, inevitabilmente, finiamo per raccontarci le nostre avventure a bordo di Y2K e di Charmed Life.

Rimaniamo a Biras Creek fino al 6 Maggio. Poi è il momento di lasciare il territorio delle British Virgin Islands e volgere la prua verso le US Virgin Islands.

Le carte sono state ‘catturate’ dal sito Navionics.
.

No comments:

Post a Comment