June 6, 2015

AIS Trasmettitore Transponder


AIS di Bordo
A bordo di Y2K l’AIS è presente sin dal suo primo varo nel 2008.
E’ uno strumento che reputiamo essenziale per la nostra sicurezza e per la nostra tranquillità durante la navigazione, soprattutto la navigazione notturna ed in prossimità di zone di traffico navale molto elevato.
Abbiamo però sempre avuto solo un ricevitore, ovvero potevamo ricevere le notifiche delle navi e del naviglio da diporto ma non potevamo comunicare la nostra posizione e le nostre informazioni.
Sul nostro blog ne abbiamo già parlato qualche anno fa, in rete si trova ormai qualunque informazione a riguardo e quindi non vogliamo ripeterci su cos’è e come funziona, ma faremo solo un piccolo ripasso per ricordare la sua potenzialità e la sua integrazione con gli strumenti di bordo.
L’AIS in sola ricezione, per funzionare ha bisogno di un collegamento VHF, con una antenna dedicata oppure uno splitter per utilizzare l’antenna già presente a bordo, e di un plotter cartografico dove mostrare i bersagli (target) delle navi intorno a noi.
Le principali funzioni, quelle che normalmente vengono visualizzate ed utilizzate sono:
  • Nome dell’imbarcazione
  • Direzione e velocità (COG – Course Over Ground e SOG – Speed Over Ground)
  • Distanza minima a cui ci troveremo dal bersaglio se lui manterrà l’attuale rotta e velocità (CPA – Closest Point of Approach)
  • Tempo previsto per giungere al punto di minore distanza (TCPA – Time of Closest Point of Approach)
  • Posizione Latitudine / Longitudine
  • Identificativo MMSI e Call Sign
  • Stato della navigazione (incagliato, all’ancora, in navigazione, con manovrabilità ridotta, ecc.)
Con l’AIS in sola ricezione, tutto questo noi l’avevamo già e funzionava anche molto bene.
Abbiamo però voluto fare un salto e diventare anche noi un ‘bersaglio’ visibile sui cartografici delle imbarcazioni e navi intorno a noi, vogliamo farci vedere e far vedere i nostri dati di navigazione per meglio interpretare la nostra navigazione, il tutto sempre con un solo fine: la sicurezza nostra ed altrui.
Un trasmettitore AIS o transponder, fino a qualche anno fa aveva dei costi proibitivi per una imbarcazione da diporto e soprattutto era necessario avere una antenna VHF dedicata alla trasmissione dei dati ed anche una antenna GPS dedicata. Su Y2K abbiamo già troppe antenne, troppi cavi in giro per la barca e l’installazione, oltre al costo, era quindi anche particolarmente complessa ed invasiva.
Dopo molte ricerche, siamo venuti a conoscenza di un prodotto tedesco, dell’azienda WheaterDock, specializzata in prodotti di tecnologia e sicurezza per la navigazione e distribuita in Italia dagli amici di Negozio Equo.
AIS WheaterDock
La WheaterDock ha un modello di trasmettitore AIS con moltissime opzioni in base al tipo di installazione che è necessario fare o al tipo di strumentazione presente a bordo.
Finalmente abbiamo trovato ciò che cercavamo, un prodotto tecnologicamente molto avanzato, ma anche semplice ed veloce da installare.
Max in meno di mezz’ora ha sostituito l’AIS !!
Il modello da noi scelto è il modello A150 easyTRX2S-IS-IGPS che integra una antenna GPS ed uno splitter VHF capace di utilizzare l’antenna in testa d’albero già presente.
Questo strumento oltre ai dati che già avevamo, è anche in grado di:
  • Entrare in modalità ‘Silent’ ovvero bloccare l’invio dei dati e di fatto diventare invisibili agli altri; funzione particolarmente utile in alcune zone del mondo dove è meglio non farsi vedere
  • Inviare un PAN PAN PAN attraverso la frequenza AIS che sarà visualizzabile da tutte le navi intorno a noi;
  • Riconoscere in modo automatico lo stato di ancoraggio e di conseguenza modificare lo stato sull’AIS;
  • Registrazione su una SD Card di tutte le navi e le informazioni ricevute dallo strumento durante la navigazione;
  • Utilizzo dell’antenna GPS integrata come antenna di emergenza nel caso in cui l’antenna GPS di bordo dia forfait;
  • Funzione di multiplexer NMEA se si hanno strumenti a bordo da interfacciare fra loro
Abbiamo quindi ordinato in Italia il prodotto, arrivato pochi giorni dopo eravamo già in grado di poterlo installare, sostituendo il vecchio ricevitore ed installando il nuovo.
Dopo pochi minuti eravamo già visibili su Marine Traffic ed anche voi potrete seguirci nelle nostre scorribande per il mare.
Y2K_MarineTraffic
Max ha inoltre preparato un video con l’unboxing del trasmettitore.

Fair winds and calm seas.
.

7 comments:

gigalizia said...

Ciao, ti volevo chiedere, se programmare l'apparecchio con il codice MMSI, é facile, e se é alla portata di tutti

Y2K Sailing Adventures said...

Ciao, il manuale spiega bene come programmare il codice, tuttavia negozio equo, dove l'ho comprato, me lo hanno programmato loro. Ad ogni modo se scegli di farlo in autonomia è banale, dovessi tornare indietro lo farei da solo. Max

gigalizia said...

Grazie, sei gentile e velocissimo

Y2K Sailing Adventures said...

Prego figurati! Se posso aiutare lo faccio volentieri. Max

gigalizia said...

Ciao,
Ho acquistato un Ais come il vostro, dallo stesso fornitore, però non capisco come posso collegarlo alla rete nmea 2000, perché nel mio nella parte posteriore, dove c'é scritto nmea 2000, c'é un tappo. Mi puoi aiutare ??
Grazie, saluti Giuseppe

gigalizia said...

Ciao vi scrivo di nuovo, perché ho comprato lo stesso Ais come il vostro, ma ho delle difficoltá a montarlo alla rete Nmea 2000, perché nella porta dove c'é scritto Nmea 2000 out, c'è un tappo nero. Come lo avete collegato voi ??
Un grazie anticipato, saluti Giuseppe

Y2K Sailing Adventures said...

Ciao, la versione che ho io è che avete voi a come standard solo il nmea 0183 che sicuramente è integrabile con la vostra strumentazione. Diversamente non riuscite ad integrare il prodotto richiedete la versione nmea 2000

Post a Comment