October 29, 2013

Corrente galvanica, zinchi e isolatore galvanico

 

La corrente galvanica è una di quelle cose a cui prestare attenzione, perché potrebbe pian piano ridurre la barca ad un colabrodo.

Andiamo con ordine cercando anche di semplificare al massimo.

Cos’è la corrente galvanica ?

La corrente galvanica è una corrente che si sviluppa tra due poli ‘ferrosi’, collegati fra loro, immersi in un liquido elettrolita (liquido che conduce elettricità). Questo processo corrode il metallo meno ‘nobile’.

Nel caso della nautica, i due poli sono: una la nostra barca (elica, chiglia, passascafi, ecc), il secondo sono le barche vicino a noi in banchina ed i ‘ferri’ della banchina stessa; il liquido elettrolita invece è il mare, ottimo conduttore.
E il metallo meno nobile ? Sono i nostri zinchi (anodi), costruiti appositamente in un metallo per essere corroso per primo.

Vediamo cosa succede a bordo della nostre barche.
Se diamo per scontato che il nostro impianto di bordo è perfetto, senza problemi e con tutte le parti metalliche immerse non collegate elettricamente fra loro, siamo abbastanza a posto. Ma quando siamo ormeggiati dobbiamo pensare alle barche vicine.

Ma come siamo collegati con le altre barche ?
Semplice, attraverso il cavo di massa, quello giallo e verde, della corrente 220 volt, che va dalla nostra barca alla presa di corrente in banchina, quello che usiamo per caricare le batterie e per avere la corrente 220 volt in barca.
Il cavo di massa, importantissimo per la nostra sicurezza, è in comune a tutte le barche nostre vicine e a molti servizi del porto stesso.

Come-funziona

Non fatevi passare nemmeno per l’anticamera del cervello di staccare il cavo di massa dalla vostra barca, oltre a essere proibito è assolutamente necessario per la sicurezza vostra e di tutte le persone a bordo.

Se siete fra coloro che lasciano il cavo della corrente sempre inserito, ecco quindi perché il vostro zinco piano piano si corrode. In alcuni casi anche molto velocemente, dipende sempre da chi abbiamo accanto.

Quindi ecco un altro motivo, oltre alla sicurezza della nostra barca, per non lasciare il cavo attaccato alla corrente per un lungo periodo in nostra assenza.

Già ci immaginiamo la vostra domanda, ma se siamo costretti a lasciare le batterie in carica ?

Ecco che ci viene allora in aiuto la tecnologia.
Esistono sul mercato i cosiddetti “Isolatori Galvanici” o Zinc Saver in Inglese.
Sono delle apparecchiature elettroniche che si inseriscono tra la massa della colonnina di terra e la nostra barca, interrompendo il flusso di energia che si crea.

schema-montaggio-isolatore-galvanico

Sono apparecchi abbastanza economici, che consigliamo vivamente di installare a bordo, anche se siete, come noi, fra gli armatori che non amano lasciare il cavo della corrente attaccato quando sono lontani dalla barca.

In commercio ne esistono davvero tanti, noi abbiamo acquistato da Negozio Equo (piccoli sconti disponibili a richiesta per i lettori del nostro blog) il modello Pro Save 30Amp della Sterling Power.
Il modello da 30 Amp è sovradimensionato, sarebbe andato bene anche il modello inferiore, ma, come sempre, preferiamo abbondare, tanto più che la differenza di prezzo era davvero piccola.

30 amp zinc saver

Con questo post una novità.

Invece di mostrare i passaggi dell’installazione Max ha girato un video, qualcuno l’ha definito alla Morgan Freeman…. con le fattezze di Jerry Scotti Smile AHAHAHAH

Peccato per l’audio non eccelso, alzate bene il volume !