October 27, 2012

Quinto giorno di navigazione


E' il 23 Ottobre, dall'alba di questa mattina siamo ormai in Croazia.
Abbiamo navigato a vela per tutta la notte, solo all'alba abbiamo acceso il motore.
La nostra posizione è circa 15 a sud dell'isola di Vis dove vorremmo atterrare per far gasolio (anche se l'indicatore segna quasi tre quarti), prendere del pane fresco e proseguire.
Per entrare ufficialmente in Croazia é necessario fare dogana e immigrazione, inoltre è previsto il pagamento di un permesso di navigazione del costo di circa 300 euro.
Vorremmo atterrare e cercare di non fare tutta la trafila perché non vogliamo scendere a terra ma solo fare gasolio.
Proviamo.

Sono le 12.00 circa quando chiamiamo al VHF Vis Port Control ma nessuno risponde.
Chiamiamo con il telefono, la persona che risponde ci nega qualunque possibilità, non è possibile, cerco di spiegare ma non c'è verso.
Ok. Va bene, troviamo una alternativa.

Facciamo due conti sul carburante.
Riempiamo con le taniche il serbatoio e vediamo cosa abbiamo consumato.
Travasiamo circa 95lt (meno di 5 taniche) che sono stati consumati in 14 ore di navigazione a motore dal pieno fatto ieri alle 15.30 a Bari, ovvero abbiamo consumato 6,78 lt/h.
Ok i consumi iniziano a tornare, non sono allineati, ma se teniamo conto della carena non perfetta e della navigazione spesso con vento e mare di prua ci siamo.
Il serbatoio pieno sono 250lt, abbiamo ancora da travasare dalle taniche rimaste 80lt, possiamo quindi contare su 330lt.

Se consideriamo un consumo medio di 7lt/h, per stare tranquilli, significa avere la possibilità di fare circa 47 ore con il gasolio rimasto, considerando una velocità di navigazione pessimistica di 6kt, significa che potremo percorrere circa 282 miglia. Per arrivare a Trieste ci sono da percorrere ancora 214mg.
Bene ci stiamo, possiamo farcela senza grandi problemi e se poi vediamo che consumeremo molto più di quanto previsto ci fermeremo in Istria a fare carburante.

Viriamo verso ovest, ciao ciao a Vis ed alla tua ottusità.
Ci portiamo al largo e poi andiamo verso Trieste.

Prima una tartaruga e poi un gruppo numeroso di delfini ci accompagnano verso ovest, i delfini mi piacciono tantissimo e sono sempre di buon auspicio.

Una volta fuori al largo, deviamo verso nord ovest.
Le previsioni ci dicono che dovremmo trovare un po' di bora, non molta circa 15kt, giusta giusta per spararci a Trieste come proiettili.
Sono le 17.00, al momento e per tutto il giorno il vento è rimasto da NNW/NW, esattamente o quasi sul muso. La navigazione procede a bordi con randa e motore per guadagnare velocità pur mantenendoci abbastanza al largo.
Nel frattempo peschiamo qualche altro tonnetto, che poi liberiamo, ma almeno abbiamo sfatato il mito di Mik che ci dice sempre: "in Adriatico e soprattutto in Croazia non si pesca". :-)

La sera, dopo un piccolo aperitivo, ceniamo con una buona pasta e fagioli accompagnata da un ottimo vino rosee della Provenza, quello che chiamiamo 'plasma' perché confezionato in una sacca di alluminio con un rubinetto, che i nostri amici Roberto e Tita ci portano dalla Costa Azzurra.

Durante il primo turno fatto da Paolo, il vento é rimasto sempre molto debole, ha una certa tendenza a venire da NE ma è ancora debole e troppo stretto per poterlo utilizzare.
Quando arriva il mio turno all'una, il log segna 6298mg ovvero 741mg fatte da Trapani. La navigazione ed il vento sono sempre uguali, ma avrò un turno movimentato per via dei numerosi pescherecci della zona, molto vicini fra loro e con le luci delle loro fortissime lampare a schiarite il buio della notte. Il radar è pieno di puntini ! ;-)



Dopo un po' di slalom, sono di nuovo in acque tranquille, finalmente il vento gira stabilmente a Nord Est e aumenta fino a 12kt di reale.
Non potevo chiedere di meglio.
Apro il Genoa, spengo il motore e via a quasi 8 kt verso Trieste, veloci e finalmente silenziosi, non ne potevo più del rumore del motore .
Dal tambucio fa capolino Mik, ha sentito la manovra, tra pochi minuti inizia il suo turno e non vede l'ora visto che stiamo navigando a vela alla grande.
Effettuate le consegne, me ne vado in cuccetta, non ne ho voglia vista la bella navigazione che stiamo facendo, ma è necessario rispettare i turni e dormire per essere pronti se necessario.

Domani sera per cena saremo a Trieste.
.

No comments:

Post a Comment