August 13, 2011

12-13 Agosto – La Tabaccara fra snorkeling e cazzeggio.

Siamo fermi in rada alla Tabaccara.

La nostra ancora è diventata il parco giochi per nugoli di pescetti, sogliole e svariate specie di alghe marine. Giusto oggi abbiamo visto una bavosa lanciarsi lungo il fusto della delta usandolo come toboga Sorriso La burrasca da NW ci ha “stressato” e qui è così bello che non abbiamo voglia di muoverci.

Attività tipiche di bordo:

  • Colazione in pozzetto.
  • Relax in pozzetto dopo colazione perché il far andar le mandibole stanca Sorriso
  • Tintarella, bagni, tintarella, tuffi.
  • Pranzo leggero.
  • Relax a in pozzetto per digerire.
  • Tintarella, bagni, tintarella, tuffi.
  • Doccetta e “asciugatura” al sole del tramonto.
  • Aperitivo e cena a base di specialità dell’Isola.

Un paio di avvenimenti hanno interrotto la consueta routine giornaliera: ieri sera il generatore è entrato in sciopero e ha deciso di non caricare più. Abbiamo risolto questa mattina sostituendo un faston di uno dei due poli del condensatore in quanto totalmente cremato. Il motivo ci è ignoto, ma investigheremo.

Tintarella alla Tabaccara - Lampedusa I colori della Tabaccara - Lampedusa

Oggi, invece, il nostro tender si è ammutinato e ha deciso di andarsene per i fatti suoi abbandonando “mamma” Y2K, approfittando di un nodo non proprio eseguito con tutti i “sacri crismi” (per motivi di riservatezza non pubblichiamo il nome dell’autore di tale nodo… Sorriso). Max si è lanciato a nuoto all’inseguimento del mezzo indisciplinato, nel frattempo, però, un piccolo motoscafo si è accorto di tutto ed è arrivato in soccorso. In breve il gommoncino è nuovamente al suo posto, questa volta assicurato a Y2K con una bella gassa Occhiolino

Snorkeling all'Isola dei Conigli - Lampedusa Snorkeling all'Isola dei Conigli - Lampedusa

Nel pomeriggio di oggi ci armiamo di pinne, maschere e boccaglio, saltiamo a bordo del tender ricondotto alla ragione e ci avviciniamo quanto più possibile al limite della riserva integrale. Ormeggiamo il gommoncino e ci tuffiamo in acqua. Costeggiamo a nuoto tutta la costa, ammirando fondali splendidi, miriadi di pesci incuranti della nostra presenza – saraghi, saraghi maggiore, tordi, uno scorfanetto, salpe, cefali, boghe, castagnole – infinite praterie di posidonia, grotte sottomarine, anfratti. Pinneggiamo fino all’Isola dei Conigli dove ci crogioliamo al sole per una decina di minuti ammirando il colore del mare di questa particolare zona dell’Isola: sembra davvero di essere in qualche luogo tropicale.

Sono le 5 passate, ci rimettiamo in marcia e ritorniamo sul tender per poi rientrare a bordo di Y2K.

Vita sottomarina - Lampedusa Vita sottomarina - Lampedusa

Per cena ci prepariamo una bella insalatona greca. Nel frattempo il vento scompare totalmente e la rada, usualmente alquanto solitaria, si anima: arrivano una decina di imbarcazioni. Una volta ancorate le barche, molti si tuffano per un bagno notturno – dobbiamo dire che questa sera meriterebbe davvero, domani lo facciamo anche noi Occhiolino – Si preparano barbecue e grandi spaghettate a bordo di quasi tutti i nostri compagni di rada.

Domani probabilmente resteremo ancora qui, Lunedì si va a Linosa.

No comments:

Post a Comment